“Sulle ginocchia degli déi” fotografie di Eva Tomei

“Sulle ginocchia degli déi” fotografie di Eva Tomei

La mostra propone i luoghi del viaggio di Odisseo, il suo travagliato ritorno ad Itaca, al talamo e ai suoi affetti più privati,
Ulisse è un eroe moderno che affronta il mondo e diventa emblema del riconoscimento del diverso: ovunque accolto, chiede e si interessa delle culture con cui viene a contatto e si accorge che una parte importante della cultura mediterranea è basata sull’apertura, sull’accoglienza e sull’ospitalità. “Alcìnoo, ecco una cosa non bella, non ti s’addice che l’ospite in terra sieda, su focolare, in mezzo alla cenere; e gli altri stanno immobili la tua parola aspettando. Su, l’ospite su un trono a borchie d’argento fa sedere, rialzandolo, e comanda agli araldi di mescolare il vino, che a Zeus folgoratore e cena la dispensiera dia all’ospite, quello che c’è”
L’Odissea, Nolstos è il più famoso dei “poemi di ritorno a casa” . “Perché – dice Ulisse – niente è più dolce della patria e dei padri, anche se uno, lontano, in una casa ricchissima vive, ma in terra straniera, lontano dai padri”. Nell’Odissea si coglie il dramma dell’uomo ramingo e del suo viaggio nel mondo, la nostalgia e le radici. l’Odissea rappresenta la premessa del viaggio, l’emblema e anche la fine, il ricongiungimento, la ricostituzione del sé.

QUANDO: Mercoledì 30 novembre dalle ore 18:30 alle ore 22:00
DOVE: Via del Falco 30A, 00193 Roma RM, Italia
EVENTO FB: https://www.facebook.com/events/222306201514685/

Related posts

Leave a Reply