Secret Garden di Alessandra Calò

Secret Garden di Alessandra Calò

Il 6 e 7 Maggio 2017 ROAM GALLEY partecipa a OPEN HOUSE con:

SECRET GARDEN di Alessandra Calò
a cura di Francesca Orsi

Non è semplicemente il mondo femminile quello messo in mostra da Alessandra Calò in “Secret Garden”, ma una sua essenza impalpabile, il suo lato inafferrabile, il segreto che culla dentro di se.
Progettato e pensato come dei light box, “Secret Garden” negli spazi di ROAM si sintetizza su un unico piano, quello della stampa, lasciando comunque evidente la presenza della stratificazione tecnica e concettuale. Mentre con la versione installativa, presente in mostra in tre modelli, il processo di fruizione si compie avvicinandosi alla scatola per scoprire tramite le trasparenze della lastra del negativo il giardino interiore fatto dall’artista con foglie e fiori secchi, in questo caso, per questa mostra, il tutto è racchiuso su un unico livello di lettura iconografica: la carta fotografica. Non viene perso nulla del carattere poetico e immaginifico del progetto, ma sicuramente l’approccio visivo muta.
Le donne ritratte perdono le loro fattezze corporee per tramutarsi in contenitori fantasmatici, evanescenti, portatrici di un’interiorità poetica di foglie e fiori che si fonde con un viso che ha perso le sue connotazioni.
I volti, infatti, trovano la loro espressività attingendo dalle ombre di una vegetazione che, su stampa, non è più un leggero sussurro all’orecchio, ma una presenza che, pur mantenendo la propria “impalpabilità”, pare marchiare a fuoco l’immagine d’insieme.
I giardini interiori di Alessandra Calò sono ora visibili a occhio nudo, la loro passata segretezza è diventata, per la mostra degli spazi di ROAM, un elemento preponderante del suo apparire.
Ora è l’immaginazione vis a vis che fa tutto, che porta la mente di chi ne fruisce in dimensioni poetiche e misteriose, romantiche e antiche. Uno scambio faccia a faccia tra lo spettatore e l’immagine. A stimolare tale scambio anche dei testi che l’artista ha commissionato ad autrici e scrittrici consegnando loro la lastra esposta e chiedendo di raccontarne la storia che quell’immagine suscitava loro.
“Secret garden” risulta, in tal modo, un progetto concettualmente e tecnicamente poliedrico: diversi materiali, diversi approcci, diverse letture e soprattutto diverse modalità di espressione per una resa che racchiude tutto in un unicum immaginifico.

COS’E’ OPEN HOUSE ROMA?

Open House Roma è un evento annuale che in un solo week end consente l’apertura gratuita di centinaia di edifici della Capitale notevoli per le peculiarità architettoniche – artistiche e che, a differenza di iniziative simili, rivolge particolare attenzione oltre che al patrimonio storico, anche e soprattutto a quello moderno e contemporaneo, fino ad aprire la visita anche dei cantieri della città in trasformazione.

Related posts

1 Comment

Leave a Reply